Domande frequenti

1. Chi è il proprietario e costruttore di Palazzo Portinari?

Lo sviluppatore e proprietario del Palazzo Portinari Salviari è LDC RESIDENCES. LDC Group ha sede a Taiwan, ma ha costruito e sviluppato con successo hotels e residenze in tutto il mondo, compresi diversi progetti in Italia. Questo è il loro primo progetto residenziale a Firenze, utilizzando allo scopo una SRL italiana.

2. Ci saranno posti auto disponibili per l'acquisto presso l'edificio?

Palazzo Portinari avrà un numero molto limitato di parcheggi interrati, non acquistabili, in modo da mantenerli temporaneamente a disposizione degli ospiti e dei proprietari degli appartamenti. Firenze ha una zona a traffico limitato ("ZTL") nel centro della città e ci sono restrizioni speciali per i veicoli in questa zona. Palazzo Portinari è proprio nel centro di Firenze, quindi il possesso di un'auto è praticamente inutile per la maggior parte degli scopi. Ci sarà inoltre un accordo con un garage locale per fornire un servizio di parcheggio supplementare su richiesta.

3. Qual è la durata stimata di costruzione delle unità residenziali disponibili per la vendita?

Il completamento dei lavori di costruzione delle unità abitative disponibili per la vendita a Palazzo Portinari è previsto per l’autunno 2021. Entro la fine dell’anno saranno pronte tutte le aree comuni.

4. Quali dispositivi, finiture ed attrezzature sono inclusi nel prezzo di acquisto?

Gli appartamenti saranno tutti venduti con bagni finiti, tutti i pavimenti, porte finestre, impianto di riscaldamento e raffrescamento e le utenze in atto. Non comprendono la fornitura e l'allestimento dei mobili della cucina. Nella pagina dedicata alle finiture (qui) potete vedere i 3 diversi temi di finitura

5. Posso scegliere le mie specifiche per pavimenti, bagni, ecc.? Lo sviluppatore può apportare modifiche alla mia proprietà in base alle mie preferenze?

Per consentire la più ampia scelta possibile ai futuri proprietari, gli appartamenti di Palazzo Portinari saranno finiti ad un primo livello fisso e lasciati per essere arredati quando sarà individuato un acquirente. Ovviamente, man mano che il progetto si avvicina alla conclusione, bisognerà fare una scelta su come finire le unità invendute.

Se un acquirente richiede un set di finiture diverso da quelli inclusi nel prezzo di acquisto, verrà discusso con il team di sviluppo per verificare la fattibilità tecnica e l'impatto finanziario e temporale. Lo stesso varrebbe per qualsiasi altra modifica richiesta dall'acquirente durante la costruzione.

È anche possibile per gli acquirenti portare il proprio designer di interni esterno per lavorare con il team LDC.

6. Quali allacci di utenze saranno fornite?

Gli appartamenti saranno forniti di allaccio alle seguenti utenze, il cui fornitore dovrà essere scelto e contrattualizzato dagli acquirenti

Riscaldamento ed aria condizionata (forniti e contabilizzati centralmente da LDC)

Elettricità

Fornitura d'acqua

Telefono e WiFi

Antenna TV e satellitare (canali terrestri / gratuiti)

7. Qual è il processo di acquisto di un'unità residenziale?

Il processo di acquisto si compone delle seguenti fasi. Una volta che un acquirente ha selezionato una proprietà, è necessario presentare un'offerta al proprietario per l'acquisto dell'unità specifica al prezzo offerto. Se accettato, l'acquirente può scegliere di pagare una commissione di prenotazione dell'1%, che blocca la vendita di quel singolo appartamento per un periodo limitato (30 - 60 giorni a seconda della fase di sviluppo) mentre l'acquirente può consultare banche e consulenti, al sicuro a conoscenza che non può essere venduto ad altri. Tale importo verrà detratto dal prezzo di acquisto al momento della firma del Contratto di Acquisto Finale o trattenuto se l'acquirente decide di recedere.

La seconda fase è la sottoscrizione di un Contratto Preliminare di Acquisto, che può essere firmato anche di fronte al Notaio. Il Contratto Preliminare di Acquisto è un contratto legalmente vincolante che stabilisce tutti i termini e le condizioni in relazione alla transazione, oltre alle varie garanzie del venditore, in questa fase verrà effettuato un ulteriore pagamento del 20% del prezzo di acquisto.

Le fasi finali del processo sono due:

  • il Contratto di Acquisto Finale (il "rogito") sempre di fronte al Notaio. Questo sarà firmato solo una volta che i lavori saranno stati completati e la proprietà sarà confermata come pienamente conforme, a quel punto sarà dovuto il saldo oltre tutte le tasse e le spese di transazione.
  • Essendo il palazzo storico è pertanto vincolato dalla Sovrintendenza, che può esercitare il diritto di acquisto degli immobili (possibilità che non eserciterà perché non riacquista beni frazionati). Il Notaio dovrà quindi informare della vendita la Sovrintendenza, trattenere in un conto escrow l’importo del saldo, e passati i 60 giorni di silenzio-assenso rilasciare il pagamento al venditore, che potrà formalmente consegnare le chiavi ai proprietari. Il Notaio provvederà alla registrazione degli atti di proprietà presso il catasto con il nome del nuovo proprietario

8. Quanto devo pagare per spese di trasferimento, spese legali / notarili, tasse, ecc.?

4% del prezzo di acquisto per i casi di residenze primarie non classificate nelle categorie di lusso A / 1 (casa nobiliare), A / 8 (villa) e A / 9 (castello, palazzo di eminente valore artistico o storico);

10% di IVA del prezzo di acquisto per i casi di residenze non primarie che non sono classificate nelle categorie di lusso A / 1, A / 8 e A / 9 e sono vendute dal costruttore (anche se non completate in vendita) o hanno subito lavori di ristrutturazione (completato alla vendita);

22% di IVA per residenze di lusso (A1) e in ogni altro caso.

Tutti gli appartamenti del palazzo, ad esclusione della Penthouse, rientrano nell’IVA del 10%

Oltre all'IVA, la transazione è soggetta all'imposta di registro, all'imposta catastale e all'imposta ipotecaria di 200 € ciascuna.

L'acquirente dovrebbe considerare che dovrà pagare anche quanto segue:

Spese notarili (ca. 4-5.000€) sul prezzo di acquisto a seconda dell'importo e della complessità del contratto. Eventuali onorari degli avvocati di un acquirente.

Commissioni dell'agenzia immobiliare (se acquistata tramite un agente / broker)

9. Quali tasse annuali dovrò pagare?

Il patrimonio immobiliare è soggetto alle imposte locali IMU, TASI e TARI, regolamentate dal Comune. È possibile effettuare un calcolo per valutare il costo annuale complessivo di ogni appartamento, ma generalmente non è superiore allo 0,5% circa del valore dell'appartamento annuo.

10. Ci sono restrizioni o regolamenti speciali quando un non italiano acquista una proprietà?

L'acquirente non italiano deve ottenere un codice fiscale italiano, da esibire alla firma dal Notaio. Tuttavia, la richiesta del codice fiscale non implica altri obblighi fiscali in Italia. I residenti di paesi diversi hanno accordi di reciprocità con l'Italia diversi, che dovrebbero essere verificati preventivamente con un avvocato o fiscalista.

Il fiscalista di LDC Residences potrà essere di supporto agli acquirenti

11. Cosa ci sarà nelle altre aree di Palazzo Portinari? Posso usarle?

Il resto del palazzo è composto da:

  • una Residenza d'epoca, con tredici lussuose suite, disponibili per l'affitto di uno o più gionri.
  • Negozi al dettaglio con accesso dalla strada
  • Raffinato ristorante e lounge bar
  • Area SPA, con piscina coperta, sauna, bagno turco, sale massaggi, palestra
  • Area lounge club (solo per i membri del club)

Sarà possibile sottoscrivere l'iscrizione alla SPA ed al YPH Club, previa sottoscrizione separata.

Gli appartamenti in vendita a Palazzo Portinari avranno punti di ingresso presidiati con portineria diurna. L'accesso opererà in totale autonomia dalle aree commerciali e dalla Residenza d'Epoca.

16. Chi gestirà le aree comuni? Quali sono le spese per le aree comuni che devo pagare? A quanti voti ho diritto con la mia residenza? Quali sono i diritti e gli obblighi dei proprietari di case?

In Italia, un condominio ("condominio") è regolato dalla legge da un Regolamento di Condominio, consegnato prima della firma del preliminare, nel quale sono indicati i diritti e doveri di ogni proprietario del Palazzo.

E’ obbligatoria la comproprietà delle sue aree comuni. Le spese condominiali coprono le spese per la pulizia, la manutenzione ed i servizi delle parti, come l'energia elettrica per le aree comuni, luci nei corridoi, scale, ascensori, pulizia delle aree comuni, assicurazione sull’immobile, portineria o vigilanza e così via, insieme al compenso dell'amministratore del condominio. Le spese condominiali si basano su più fattori (superficie, pavimento, terrazzi, ecc.) E ad ogni unità è assegnata una quota di parti comuni. Tali quote sono specificate in quelle che in Italia sono note come tabelle di ripartizione percentuale (i "millesimi"). Ogni proprietario di abitazione paga le spese condominiali secondo i "millesimi". I "millesimi" vengono utilizzati anche per determinare voti e maggioranze nelle assemblee dei proprietari di case. Prima di fare un'offerta su uno qualsiasi degli appartamenti, verrai informato dei millesimi di quell'appartamento e ti verrà fornita una stima dei costi annuali di manutenzione.

Fino alla vendita di tutte le unità, sarà cura del Proprietario predisporre e adottare il regolamento condominiale ed i "millesimi" nonché il pagamento della quota invenduta delle spese condominiali.

17. Chi può pulire e mantenere la mia residenza? Di quali servizi e privilegi di gestione posso usufruire? Costi?

Il Palazzo offrirà un servizio completo ai proprietari di gestione dell’appartamento per una quota annuale, fornendo uno "sportello unico" per tutte le esigenze degli acquirenti. In quanto tali, forniranno controlli regolari dell'appartamento in loro assenza, monitoreranno e pagheranno le bollette e sovrintenderanno a qualsiasi lavoro di manutenzione necessario. Forniranno anche pulizie e personale di servizio per proprietari ed i loro ospiti, nonché altri servizi di portineria elencati di seguito.

Palazzo Portinari fornirà anche un servizio, su richiesta, di riaffitto turistico (soggiorni inferiori alle 30 notti) tramite il gruppo alberghiero LDC Hotels, che gestirà la Residenza d’Epoca, utilizzando gli appartamenti dei proprietari come parte di unità in affitto per i propri ospiti. Al fine di rendere questo servizio appetibile a tutti i proprietari che desiderano affittare i propri appartamenti, LDC consentirà agli ospiti che prenotano attraverso di loro l'utilizzo dei servizi della SPA, inclusi l’utilizzo della piscina, del BBQ e del campo da tennis  di Villa Ortaglia, fuori Firenze . Questi privilegi non saranno trasferibili dal proprietario ai propri ospiti, se l'appartamento non viene affittato tramite LDC Residences


Copyright © 2021 - Beatrice S.r.l. - P.Iva IT 01241270527 | Privacy & Cookie policy